chiudi menu

App sparita dall’Apple Store: le cause

Autore: Vins
Data: 26 Giu 2020
App sparita dall’Apple Store: le cause

Magari vi sarà capitato qualche volta dopo aver acquistato un App, anche a distanza di qualche anno: il programma che tanto utilizzate scompare dallo Store. Nessuno sa esattamente perché, è solamente scomparsa senza lasciare alcuna traccia. Ma ci sono sempre dei motivi per il quale l’App è scomparsa dall’Apple o il Play Store. Eccoli tutti:

App scomparsa dall’Apple Store: le cause

Prima di tutto, suddividiamo le varie evenienze con il quale un App viene rimossa dallo store…

  • Lo sviluppatore del programma rimuove il programma dallo store
  • Il programma viene rimosso automaticamente dal sistema
  • l’App viene rimossa da Google, Apple o il proprietario dello store

Considerando queste possibilità, ora analizziamo un secondo come può accadere in sintesi:

  • L’App funziona in maniera truffaldina o virale.
    Il programma include contenuti che sono coperti da un Copyright senza autorizzazione, o ha al suo interno un virus (o un comportamento comunque simile) che viola la sicurezza dell’utente. In questo rientra anche il fattore che magari il programma non svolge il servizio come promesso dallo sviluppatore.
    In generale sia il proprietario dello store che lo sviluppatore stesso può rimuovere l’app, a seguito di numerose segnalazioni e lamentele dei vari utenti.
    Un’altra piccola aggiunta a questa regola a per assegnare lo scopo di Apps che magari hanno contenuti (ad esempio pornografici) non permessi oppure che per qualche regola statale non può essere presente nello store.
  • L’App non è più compatibile con la maggior parte dei prodotti nel quale è installata.
    Bisognerà poi specificare che man mano che le versioni di Android vengono aggiornate, le apps che erano compatibili una volta man mano non lo sono più.
    Lo sviluppatore stesso le può lasciare al loro destino, eventualmente verranno rimosse automaticamente dal sistema una volta che la versione di Android supportata non è più valida per il mercato stesso (ad esempio Apps designate per Android 5, compatibili con magari Nougat o Oreo, vengono quindi eliminate).
  • Il contratto è scaduto.
    Questo è soprattutto vero per quelle Apps che hanno un contenuto all’interno come musiche, nomi famosi ed altri riferimenti che richiedono una licenza da rinnovare annualmente per permettere il gioco di rimanere online nello store. Alcuni casi famosi riguardano ad esempio Monopoly della EA, il quale presentò un messaggio di “licenza scaduta” a vari utenti che avevano comprato ed installato l’App al tempo. Non proprio un bel messaggio da leggere.
  • Per questioni d’etica ed altri motivi non meglio specificati.
    Sono rari casi, ma sono presenti. A volte vengono visti come mosse di Marketing, altre volte bisogna anche rendercisi conto che non tutti sono pronti ad entrare nel mercato delle Apps sotto certi aspetti. Un ottimo esempio riguarda l’autore di Flappy Birds, il quale a seguito del suo enorme boom, decise di rimuovere l’App poiché non si sentiva a suo agio con l’enorme quantità di fama e guadagni che il gioco stava ricevendo. Anche se alcuni giustamente vanno a specificare che la mossa può essere anche stata attuata in timore di qualche risposta della Nintendo, visti alcuni aspetti grafici presentati nel gioco.

Cosa fare quando l’App non è più disponibile nello store o viene esclusa proprio dalla nostra regione?

Ci sono molti modi per scaricare un programma non più presente nello store. Se l’abbiamo acquistato in passato, il Play Store (o l’Apple Store) fornirà comunque un download dell’App per un certo tempo: basta consultare la libreria. Altri siti come APKMirror o UpToDown conservano gli APK di Apps che non sono più presenti nello store per qualche motivo. Per quel che riguarda l’App Store di Apple, il discorso è molto più complicato, visto che in generale bisogna considerare il Jailbreak dell’iPhone per installare Apps non più disponibili nello store.

Regolamento dei commenti di GuideApple.

Leggi il regolamento dei commenti prima di commentare.

commenti
Nessun commento
Guide Apple (Categoria: iPhone e iPad)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *